Sei su: Itinerari » Medi » Itinerario 19 (LA NATURA INCONTAMINATA DEI COLLI AMERINI)

ITINERARIO 19


LA NATURA INCONTAMINATA DEI COLLI AMERINI
Amelia, Orte, Penna in Teverina, Giove, Porchiano, Amelia

Scheda Tecnica

Partenza e arrivo: Amelia
Distanza: 51,5 km
Dislivello: 1.000 metri
Difficoltà: medio
Fondo stradale: asfalto, sterrato
Bici consigliata: strada, ibrida
Da vedere in zona: Amelia, Penna in Teverina, Giove, Porchiano

L'itinerario n. 19 parte da Amelia e si sviluppa nell'incontaminato e affascinante paesaggio collinare che va a digradare verso la valle del Tevere, toccando centri come Penna in Teverina, Giove e Porchiano e affrontando anche qualche chilometro di sterrato ben battuto che ha il sapore dei tempi andati.

Da un punto di vista tecnico, il percorso è vallonato e si caratterizza per due salite importanti, quella di Penna in Teverina e quella di Porchiano, che presentano pendenze non impegnative ma sono piuttosto lunghe e quindi richiedono un discreto grado di allenamento.

La partenza è fissata dai giardini pubblici di Amelia, pochi metri fuori dalle mura del centro storico; da qui ci muoviamo seguendo le indicazioni per Orte, iniziando una sinuosa e piacevole discesa che in poco più di 13 chilometri ci conduce alle porte della cittadina laziale. Al chilometro 13,5, prima di giungere a Orte, svoltiamo a destra sulla SP84 in direzione di Penna in Teverina, pedalando per diversi chilometri immersi nella natura, tra colline verdi e boschi secolari. Al chilometro 18 inizia la salita che conduce a Penna in Teverina, dove arriviamo dopo 4,5 chilometri: alla rotonda troviamo una fontanella dove poterci rifocillare e poi proseguiamo a sinistra in direzione di Giove, percorrendo circa tre chilometri su un magnifico altopiano da dove si godono panorami magnifici.

Al successivo incrocio proseguiamo a sinistra ancora in direzione di Giove, antica città medioevale che conserva ancora le mura ed alcuni torrioni, dove giungiamo al chilometro 29.

Dopo una breve sosta ed un caffè, iniziamo a scendere in direzione di Attigliano e a fine discesa (km 33) svoltiamo a destra su una strada sterrata iniziando la salita per Porchiano.

Lo sterrato, molto ben tenuto, si conclude al chilometro 36, mentre la salita continua “a scalini” fino a Porchiano, dove arriviamo dopo aver superato un paio di incrocio, al chilometro 42,5.

Da Porchiano, borgo antico situato su un colle in mezzo ad una fitta boscaglia, proseguiamo in direzione di Amelia e all'incrocio con la SS205 (km 44) giriamo ancora a destra verso Amelia, dove facciamo ritorno al chilometro 51,5 dopo aver percorso una tortuosa e panoramica strada immersa tra i boschi. Prima di tornare ai giardini pubblici, possiamo svoltare a sinistra entrando all'interno dell'antica cinta muraria per visitare le bellezze storico-artistiche della città.




Da non perdere

Amelia è uno dei centri storici più importanti dell'Umbria: all'interno dell'imponente cinta muraria poligonale gli edifici di maggior pregio sono la Cattedrale, l'edificio religioso più importante di Amelia, il Monastero di San Magno, la chiesa di San Francesco, la Chiesa di S. Agostino e la chiesa rurale della Madonna delle Cinque Fonti, che secondo la leggenda offrì soggiorno a San Francesco.

Notevoli il quattrocentesco Palazzo Nacci ed i cinquecenteschi Palazzo Farrattini e Petrignani, la Torre Civica, simbolo delle libertà comunali, e lo splendido Teatro settecentesco.

Bellissima anche tutta l'area circostante, con morbide colline ricoperte da boschi di lecceti, macchia mediterranea e prati che creano uno scenario suggestivo e armonioso.

Arroccate su queste colline meritano una visita anche le affascinanti cittadine fortificate di origine medioevale di Giove, Penna in Teverina e Lugnano in Teverina.


Planimetria

Planimetria

Cartografia Iter Edizioni, Subiaco (Roma). Tel. 0774/84900


Altimetria

Altimetria

Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria