Sei su: Itinerari » Difficili » Itinerario 23 (VERSO ASSISI SULLE ORME DI FRANCESCO)

ITINERARIO 23


VERSO ASSISI SULLE ORME DI FRANCESCO
Ponte Valleceppi, S. Egidio, Petrignano, Assisi, San Presto, Casa Castalda, Valfabbrica, Pianello, Bosco, Ponte Valleceppi

Scheda Tecnica

Partenza e arrivo: Ponte Valleceppi
Distanza: 75 km
Dislivello: 1.200 metri
Difficoltà: difficile
Fondo stradale: asfalto
Bici consigliata: strada
Da vedere in zona: Perugia, Assisi, Valle del Chiascio, Valfabbrica, Parco del Monte Subasio

L'itinerario parte dall'immediata periferia di Perugia, che prima o dopo la pedalata merita un'attenta visita, e precisamente dagli impianti sportivi posti sulle rive del Tevere a Ponte Valleceppi, e si snoda sulle colline tra Perugia e Assisi, città conosciuta ai pellegrini di tutto il mondo.

Il percorso non presenta salite proibitive, ma soprattutto tra Assisi e Casa Castalda è caratterizzato da numerose ondulazioni e il dislivello di 1.400 metri lo rende impegnativo.

Da Ponte Valleceppi usciamo in direzione di Gualdo Tadino e iniziamo subito la prima salita di Civitella d'Arna, dove si gira a destra e si procede sul crinale della collina fino a Sant'Egidio: qui pedaliamo tra vigneti e campi coltivati, da dove si può ammirare una magnifica visuale sia su Perugia, sia sulla pianura ai piedi del Monte Subasio.

Giunti a Sant'Egidio (dove si trova l'Aeroporto di Perugia) cominciamo a scendere e pedaliamo in direzione di Petrignano di Assisi, da dove in pochi chilometri, si giunge ai piedi di Assisi.

La salita verso il centro della città, che inizia al chilometro 21, non presenta pendenze impegnative e in circa 4,5 chilometri conduce in Piazza Matteotti. Qui è opportuno fermarsi e visitare il centro storico e la Rocca Maggiore, occasione buona anche per uno spuntino o un buon cappuccino.

Da qui l'itinerario prosegue in direzione di Gualdo Tadino, ma i più allenati possono girare a destra e avventurarsi nei dieci chilometri di ripida salita che conducono fino alla cima del Monte Subasio: ci sarà da fare molta fatica, ma la soddisfazione la ripagherà pienamente.

Proseguendo verso Gualdo, invece, la strada scende dolcemente in mezzo ad una gola e al chilometro 31 ricomincia a salire in direzione di San Presto, dove arriviamo al chilometro 37.

Anche in questo caso l'ascesa non presenta pendenze superiori al 5-6% e si sviluppa in mezzo a boschi, pascoli e campi coltivati, assolutamente lontana dal traffico e dal caos.

Circa un chilometro e mezzo dopo San Presto abbandoniamo la SS444 e giriamo a sinistra in direzione di Casa Castalda: qui termina la salita, ma inizia una serie di saliscendi con la strada che scorre sul crinale della collina fino all'incrocio con la SS318, dove giriamo a sinistra in direzione di Perugia.

Circa 6 chilometri di discesa leggera (attenzione perché la strada non è molto trafficata ma transitata da diversi mezzi pesanti) conducono alle porte di Valfabbrica, nella valle del Chiascio, sul Sentiero Francescano della Pace Assisi-Valfabbrica-Gubbio.

Proseguendo sulla SS318, al chilometro 62 raggiungiamo Pianello, mentre al chilometro 65 giriamo a destra in direzione di Piccione sulla SP246 dove però si rimane per poco tempo, poiché dopo neanche un chilometro svoltiamo a sinistra su una stradina secondaria in mezzo alle colline seguendo le indicazioni per la Country House Poeta Contadino. La strada è stretta e scorre tra colline e campi coltivati in un paesaggio che ricorda molto la vicina Toscana.

Al chilometro 69,5 raggiungiamo Pieve Pagliaccia, dove giriamo a sinistra e ci reimmettiamo sulla SS298 (uno dei pochi tratti trafficati dell'itinerario) che in poco più di 5 chilometri ci riporta al punto di partenza.




Da non perdere

Il centro di Perugia, capoluogo della Regione e una delle più belle città d'arte d'Italia. Da visitare assolutamente piazza IV Novembre, dove si trova la Fontana Maggiore e si affaccia il Palazzo dei Priori.
Notevoli l'Arco ed il Pozzo Etrusco, nonché la Rocca Paolina, imponente fortezza fatta costruire dal Papa nel 1540. Tra gli edifici religiosi meritano una visita l'abbazia di San Pietro, la Chiesa di San Domenico, il complesso di San Franceso al Prato e la chiesa di Sant'Ercolano.
Poco fuori dalla città si trova l'Ipogeo dei Volumni, la più grande e importante tomba gentilizia etrusca della regione.

Da non perdere neanche il centro di Assisi, dichiarato dall'Unesco Patrimonio Mondiale dell'Umanità, dove meritano una visita la Basilica di Santa Chiara, il convento di San Domenico e la splendida Basilica di San Francesco. Appena fuori dalle mura, a dominare la città, c'è la superba rocca Maggiore, ricostruita nel 1367 dal Cardinale Albornoz su una precedente struttura (1174) di un antico castello feudale.

Da non dimenticare anche la bellezza del paesaggio, che in gran parte si sviluppa all'interno del Parco Regionale del Monte Subasio.


Planimetria

Planimetria

Cartografia Iter Edizioni, Subiaco (Roma). Tel. 0774/84900


Altimetria

Altimetria

Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria