Sei su: Itinerari » Medi » Itinerario 11 (LA ROMANA, I MOLINI DI GALGATA E MONTELABATE)

ITINERARIO 11


LA ROMANA, I MOLINI DI GALGATA E MONTELABATE
Perugia, Civitella Benazzone, Abbazia di Montelabate, Molino di Galgata

Scheda Tecnica

Partenza e arrivo: Ramazzano le Pulci
Distanza: 29,5 km
Dislivello: 700 metri
Difficoltá: medio - difficile
Fondo stradale: 65% sterrato, 35% asfalto
Da vedere in zona: Perugia, Civitella Benazzone, Abbazia di Montelabate, Molino di Galgata

L'itinerario prende il via da Ramazzano, lungo la SP 175 Tiberina Nord, e si sviluppa nella parte Nord-Est di Perugia, sulle boscose colline tra il capoluogo e Gubbio. Il percorso di 29,5 chilometri ` caratterizzato da due salite principali (una lunga e pedalabile, l'altra breve ma molto ripida) e può essere considerato una variante medio-difficile all'itinerario che da Perugia risale il Tevere fino a Ponte Pattoli, passando proprio nei pressi di Ramazzano.

Partiti da Ramazzano si imbocca la SP 175 verso Casa del Diavolo e al primo incrocio (km 1,2) svoltiamo a destra in direzione di Piccione e Montelabate. Al chilometro 2,9 giriamo a sinistra iniziando la salita verso la splendida Abbazia di Montelabate, che raggiungiamo al chilometro 5,1. Da qui proseguiamo ancora in salita seguendo il sentiero n. 202, potendo godere splendidi panorami sulle valli sottostanti, e raggiungiamo località Belvedere al chilometro 11,2, dove terminano lo sterrato e la salita. Pedaliamo per pochi metri sulla SS 298 (attenzione al traffico) e al chilometro 11,8 svoltiamo a sinistra imboccando un nuovo sterrato in discesa. Proseguendo diritti per qualche chilometro e poi svoltando a destra in direzione di Biscina, ci si può invece immettere sulla "Via di Francesco".

Iniziamo la discesa tenendo sempre la sinistra e seguendo le indicazioni per Galgata, finché non raggiungiamo il Molino di Galgata, che possiamo osservare sulla nostra destra e si trova proprio sul fondo valle.

Qui iniziamo la seconda salita della giornata: si tratta di uno strappo più breve di un chilometro, ma con pendenze che raggiungono anche il 20% e costringeranno i meno allenati a mettere piede a terra. Terminata la parte più ripida (km 16,6), svoltiamo a sinistra e proseguiamo sullo sterrato principale iniziando alcuni chilometri vallonati e tenendoci sempre sulla sinistra. Usciti dal bosco si può osservare sulla destra il paese arroccato di Civitella Benazzone, mentre al chilometro 24,9 ci ritroviamo di nuovo ai piedi dell'Abbazia di Montelabate, dove termina lo sterrato. Qui svoltiamo a destra e ripercorriamo a ritroso il percorso già pedalato nella prima parte dell'itinerario fino a Ramazzano.




Da non perdere

Il centro di Perugia, raggiungibile in pochi chilometri e già illustrato nell'itinerario con partenza da Ponte San Giovanni.

La costruzione più importante da visitare nella zona ` sicuramente l'Abbazia di Santa Maria di Valdiponte (meglio conosciuta come Abbazia di Montelabate). Si tratta di un complesso monastico Benedettino situato a Nord di Perugia e fondato tra il IX ed il X secolo. I secoli di maggiore splendore, per il monastero, furono l'XI e il XII con l'espansione della proprietà fondiaria e con l'affermazione della propria posizione egemonica su un vasto territorio in particolare grazie alle donazioni o alle cessioni di diritti.

A partire dal XVI secolo iniziò un lungo periodo di decadenza che portò alla chiusura del monastero nel 1859-60. Attualmente l'abbazia ` di proprietà della Fondazione Gaslini di Genova.

Lungo l'itinerario da visitare anche il piccolo borgo arroccato di Civitella Benazzone, ma da segnalare soprattutto la bellezza paesaggistica di tutti i luoghi toccati.


Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria