Sei su: Itinerari » Difficili » Itinerario 22 (FOLIGNO E LA VIA DELLE ABBAZIE)

ITINERARIO 22


FOLIGNO E LA VIA DELLE ABBAZIE
Foligno, Abbazia di Sassovivo, Abbazia di Santa Maria in Campis, Monastero di San Bartolomeo, Scandolaro, Roviglieto

Scheda Tecnica

Partenza e arrivo: Foligno
Distanza: 26 km
Dislivello: 700 metri
Difficoltà: difficile
Fondo stradale: 60% sterrato, 40% asfalto
Da vedere in zona: Assisi, Spello, Santa Maria degli Angeli, Basilica di Rivotorto, Eremo delle Carceri, Parco Regionale del Monte Subasio

Questo itinerario prende il via da Porta Romana, nel centro di Foligno, e si sviluppa tra gli uliveti e i boschi del Monte Cologna, toccando o lambendo numerosi conventi, abbazie e chiese.

Il chilometraggio non è particolarmente impegnativo, ma la presenza di due importanti salite, il fondo in gran parte sassoso e smosso e diversi tratti discesa tecnica, lo rendono adatto a bikers con un discreto livello di allenamento e con buone capacità di guida.

Una volta usciti dal centro di Foligno, ci dirigiamo verso il Convento di San Bartolomeo, dove arriviamo al chilometro 3,8. Qui lasciamo l'asfalto e dopo pochi metri iniziamo la prima salita della giornata, quella che porta quasi in vetta al monte Cologna. Il primo tratto dell'ascesa scorre tra gli uliveti ed è molto impegnativa, con diversi tratti che superano anche il 15% di pendenza. La seconda parte dell'ascesa si sviluppa all'interno di un fitto bosco e, sebbene le pendenze siano un pó meno severe, risulta estremamente faticosa a causa del terreno sassoso che in alcuni tratti può costringere anche a mettere piede a terra.

La vetta della salita si raggiunge al chilometro 11,5, dove si può godere di una bella su Foligno e su tutta la valle Umbra. Iniziamo la discesa prestando sempre attenzione al terreno smosso e al chilometro 12,5 arriviamo al caratteristico borgo di Roviglieto, luogo di battaglia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Qui possiamo riempire la borraccia e poi iniziamo il tratto più divertente, ma anche più tecnico del percorso. Usciti dal paese, infatti, iniziamo a scendere per un ripido sterrato e poco dopo (km 13,7) svoltiamo a destra ed iniziamo uno stretto single track nel bosco. Qui occorre prestare attenzione perché il sentiero è stretto e avvolto dalla vegetazione.

Terminato il single track proseguiamo in discesa prima di affrontare la seconda salita della giornata (km 15,6), breve ma abbastanza impegnativa.

La salita termina al chilometro 16,3 e da qui iniziamo a scendere verso Foligno, prima su sterrato poi su asfalto. Attraversiamo Cancellara e sfioriamo Scandolaro, prima di lasciare di nuovo l'asfalto al chilometro 19,3, per imboccare uno sterrato che ci riporta fino a Carpello e poi al Convento di San Bartolomeo, da dove ripercorriamo la stessa strada fatta all'andata.




Da non perdere

Foligno è la terza città dell'Umbria e il suo centro storico conserva edifici religiosi e palazzi di assoluto pregio. Da non perdere assolutamente il Duomo, con una facciata secondaria dei maestri Rodolfo e Binello, il Palazzo Comunale e Palazzo Trinci. D'obbligo anche una visita alla chiesa romanica di Santa Maria Infraportas, la chiesa di San Salvatore e l'ex chiesa di San Domenico, oggi sede dell'Auditorium. Notevoli anche l'oratorio della Nunziatella, la chiesa di San Francesco e il duomo di San Feliciano.

Lungo il percorso, o nelle immediate vicinanze, meritano una visita anche la chiesa di Santa Maria in Campis, il Convento di San Bartolomeo, l'Abbazia di Sassovivo e l'eremo di Pale.

Così come sono particolarmente caratteristici e i piccoli borghi di Scandolaro e Roviglieto, arrampicati tra i boschi e gli ulivi.


Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria