Sei su: Itinerari » Difficili » Itinerario 19 (IL LAGO DI CORBARA E LE FORESTE DEL MONTE PEGLIA)

ITINERARIO 19


IL LAGO DI CORBARA E LE FORESTE DEL MONTE PEGLIA
Orvieto, Corbara, Lago di Corbara, Monte Peglia

Scheda Tecnica

Partenza e arrivo: Orvieto
Distanza: 40,5 km
Dislivello: 1.000 metri
Difficoltà: difficile
Fondo stradale: 45% sterrato, 55% asfalto
Da vedere in zona: Orvieto, Corbara, Lago di Corbara, Monte Peglia

Questo itinerario parte dal parcheggio antistante la funicolare che da Orvieto Scalo conduce a Orvieto centro, a pochi metri dalla stazione ferroviaria, e dunque si presta bene anche alla soluzione treno+bici.

Si tratta di un percorso abbastanza scorrevole, poiché non presenta tratti particolarmente tecnici o sconnessi, ma va classificato di livello difficile, visto il chilometraggio elevato (40 chilometri) e le due salite impegnative che lo caratterizzano.

Oltre alle bellezze di Orvieto, questo itinerario si svolge in gran parte all'interno del Parco Fluviale del Tevere, ricco di bellezze naturalistiche racchiuse tra il lago di Corbara ed i fitti boschi che ricoprono le pendici del Monte Peglia.

Come detto partiamo dal parcheggio della funicolare e superato il sottopassaggio dell'autostrada ci muoviamo verso Ciconia. Alla prima rotonda proseguiamo verso il Monte Peglia, mentre al chilometro 1,3 giriamo a destra verso Corbara.

Affrontiamo alcuni sali scendi su asfalto fino al chilometro 5,5, quando giriamo a sinistra su uno sterrato ben battuto ed iniziamo la prima vera salita, lungo la quale si può godere di belle visuali su Orvieto. La salita termina al chilometro 9,4, quando giriamo a destra ed imbocchiamo una veloce discesa che termina al chilometro 13, in corrispondenza della strada asfaltata.

Qui giriamo a sinistra, superiamo il piccolo borgo di Corbara e proseguiamo diritti costeggiando il lago per diversi chilometri. Torniamo sullo sterrato solo al chilometro 19,3, quando svoltiamo a sinistra ed iniziamo la seconda salita della giornata, che vede nelle prime rampe proprio il tratto più impegnativo.

Ci addentriamo nella parte più bella e suggestiva del percorso, giungendo al borgo disabitato di Osa al chilometro 21. Da qui proseguiamo ancora in leggera salita tra i boschi, potendo ammirare panorami davvero impareggiabili.

Ritroviamo l'asfalto al chilometro 26, quando giriamo a sinistra ed in circa 3 chilometri arriviamo a Colonnetta, da dove iniziamo a scendere. Al chilometro 29,7 abbandoniamo l'asfalto ed imbocchiamo un veloce sterrato che ci porta rapidamente verso valle. La discesa è intervallata da alcuni brevi tratti di asfalto e da brevi ma impegnativi strappetti. Alcuni punti permettono di osservare Orvieto e distinguere all'orizzonte il profilo del Duomo. Qui, prima di tornare al punto di partenza, una sosta per ammirare il panorama è d'obbligo.

Terminata la discesa torniamo al punto di partenza in meno di 2 chilometri seguendo le indicazioni per Orvieto.




Da non perdere

In primo luogo il centro storico di Orvieto, nonché la suggestiva Orvieto sotterranea, un vero e proprio labirinto di cunicoli, gallerie, cisterne, pozzi, cave e cantine.

Poi da apprezzare il lago di Corbara ed le sue innumerevoli bellezze naturalistiche, tra cui le Gole del Forello, dove il Tevere che si insinua tra alte pareti rocciose di travertino crea scenari stupendi. Infine da non perdere i fitti boschi ed i panorami che si possono godere dai colli dell'Umbria centrale, ed in particolare dalle pendici del Monte Peglia, da dove si può ammirare una splendida visuale su tutta la regione.


Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria