Sei su: Itinerari » Tevere » Tappa 05 (DA PONTE SAN GIOVANNI A MARSCIANO)

TAPPA 05


DA PONTE SAN GIOVANNI A MARSCIANO
Umbertide, Pierantonio, Ponte Pattoli, Perugia

Scheda Tecnica

Partenza: Ponte San Giovanni (Perugia)
Arrivo: Marsciano
Distanza: 31,8 km
Dislivello: 100 metri
Difficoltà: facile
Fondo stradale: asfalto, sterrato
Bici consigliata: ibrida, mtb
Da vedere in zona: Perugia, Torgiano, Pontenuovo, Deruta, Marsciano

Con la quinta tappa ci avviamo verso la seconda metà del viaggio lungo il corso del Tevere e, dopo aver sfiorato il capoluogo umbro, continuiamo verso sud in direzione di Marsciano, attraversando borghi ricchi di storia e tradizione come Deruta e Torgiano.

Il percorso si snoda nella valle del Tevere circondata dalle morbide colline di questa zona dell’Umbria, attraversando terre di vini e olii pregiati, nonché rinomate per la realizzazione di preziose maioliche e laterizi.

La distanza di soli 31,8 chilometri, la quasi totale assenza di difficoltà altimetriche e il fatto che oltre metà della tappa si sviluppa su asfalto ci permette di classificare questa frazione come facile e, quindi, percorribile senza particolari sforzi anche dai cicloturisti meno allenati e con ogni tipo di bicicletta.

La partenza è fissata all’inizio del percorso ciclabile, nei pressi del Ponte Vecchio, da dove ci muoviamo in direzione di Torgiano, uscendo rapidamente dalla zona più trafficata della città.

Già dopo 2 chilometri, infatti, appena oltrepassata la zona industriale, il paesaggio si fa più dolce e la natura torna a farla da padrona. Al chilometro 7 arriviamo ai piedi del borgo di Torgiano, dove possiamo salire con una breve deviazione a destra per visitare l’affascinante centro storico. L’itinerario, invece, in corrispondenza del semaforo prosegue diritto in direzione di Deruta. In questo tratto occorre ancora prestare attenzione al traffico, ma già al chilometro 8, quando giriamo a destra in direzione di Pontenuovo dopo aver superato il ponte sul Chiascio il traffico si fa meno intenso. Qui continuiamo su asfalto affrontando alcuni avvallamenti e possiamo godere di una bella vista su Torgiano e sulla valle del Tevere.

Al chilometro 10,4 arriviamo a Pontenuovo: all’incrocio proseguiamo diritti prestando attenzione al traffico e 50 metri più avanti lasciamo la strada principale girando a destra per entrare in un piccolo parcheggio da dove, sulla sinistra, inizia il percorso ciclopedonale lungo il Tevere contrassegnato dalle indicazioni per il percorso mtb n. 19.

Seguiamo il bel percorso che costeggia il corso del fiume fino al chilometro 14, quando arriviamo ai piedi di Deruta, da dove proseguiamo in direzione di Fanciullata.

Al chilometro 16,5, dopo aver superato il ponte sul Tevere giriamo a sinistra e ci immettiamo in una tranquilla strada secondaria che ben presto diventa sterrata. Da qui a Marsciano proseguiamo tra i campi coltivati, lasciando il Tevere sulla nostra sinistra, pedalando su ampi e suggestivi sterrati che rigano gli appezzamenti di terreno destinati a differenti colture e irrigati dalle acque del fiume. Al chilometro 26, in corrispondenza di un agriturismo, giriamo a destra e in breve rientriamo sulla strada asfaltata in corrispondenza del piccolo paese di Cerro. Qui proseguiamo ancora a destra seguendo una strada secondaria che ci porta alla periferia di Marsciano, città del laterizio, dove concludiamo l’itinerario seguendo le indicazioni per il centro storico.




Da non perdere

Pochi chilometri dopo la partenza si giunge a Torgiano, borgo medievale fortificato sorto alla fine del XIII secolo sui resti di un antico insediamento romano e località famosa per le pregiate produzioni di olio e vino.

Non a caso all’interno del centro storico si possono visitare il Museo del Vino, uno dei più famosi musei enologici italiani, ideato e realizzato da Giorgio e Maria Grazia Lungarotti con sede nel seicentesco Palazzo Graziani-Baglioni, e il Museo dell’Olivo e dell’Olio.

Nel centro storico da visitare anche la Torre Baglioni, testimonianza dell’antica cinta muraria fortificata, la Fonte di Giano e la Fonte dei Cocciari, opere dell’artista Nino Caruso, la Chiesa di San Bartolomeo, la Chiesa di Santa Maria del Castello, la Chiesa della Madonna dell’Ulivello e l’Oratorio di Sant’Antonio Abate.

A circa metà percorso si transita poco fuori Deruta, città famosa per la fiorente produzione di maioliche. Da vedere la porta San Michele Arcangelo ai cui lati vi sono tracce dell’antica cinta muraria, la piazzetta Michelotti, la Chiesa di San Michele Arcangelo, la piazza dei Consoli con il Palazzo Comunale.

Dopo aver attraversato il paesaggio prevalentemente agreste che caratterizza questa zona dell’Umbria, la tappa si conclude a Marsciano, maggiore centro umbro di produzione del laterizio, nel cui comprensorio ha sede il Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte, un museo diffuso che si articola sul territorio percorrendo i luoghi dell’antica civiltà contadina, artigianale e industriale. Nel centro storico da visitare la Chiesa di San Giovanni Battista, il Palazzo Comunale, costruito nel 1871, il Teatro della Concordia e Palazzo Battaglia, arricchito dalle decorazioni del pittore futurista Gerardo Dottori.

Nel corso di questa frazione il Tevere attraversa anche il comune di Collazzone, antico borgo arroccato dove meritano una visita la Chiesa di San Lorenzo, con campanile settecentesco, la Chiesa di San Michele Arcangelo, nata con molta probabilità come primitiva cappella del castello, e il Palazzo Comunale con portale in pietra calcarea attribuibile al Vignola.


Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria