Sei su: Itinerari » La Via di Francesco » Tappa 04 (DA PERUGIA AD ASSISI)

TAPPA 04


DA PERUGIA AD ASSISI
Perugia, Santa Maria degli Angeli, Assisi, Eremo delle Carceri

Scheda Tecnica

Partenza: Perugia (Piazza IV Novembre)
Arrivo: Assisi (Piazza del Municipio)
Distanza: 29,7 km
Dislivello: 360 metri
Difficoltà: medio-facile
Fondo stradale: asfalto
Bici consigliata: strada, ibrida
Da vedere in zona: Perugia, Santa Maria degli Angeli, Assisi, Eremo delle Carceri

La quarta tappa conduce da Perugia ad Assisi, la città di Francesco, e costituisce anche una delle frazioni più importanti e suggestive di tutto il cammino.

La frazione, piuttosto breve e senza asperità significative, rappresenta un’ottima opportunità per recuperare un po’ di energie dopo gli sforzi delle tappe precedenti, tra le più difficili di tutto l’itinerario.

L’unico aspetto a cui occorre prestare attenzione è il traffico, sia durante l’uscita dal centro storico di Perugia, sia quando si raggiunge Santa Maria degli Angeli e da qui si sale ad Assisi, il cui profilo inconfondibile si staglia alle pendici del Monte Subasio già dai primi chilometri della tappa.

Partiamo dalla centralissima Piazza IV Novembre, nel cuore di Perugia, da dove iniziamo a scendere per via Bartolo e via Pinturicchio. Al chilometro 0,8 giriamo a sinistra e poi continuiamo in direzione di Ponte San Giovanni. Al chilometro 2,8 lasciamo le indicazioni per la La Via di Francesco, proseguendo diritti in direzione di Casaglia e iniziando la ripida discesa che ci conduce fino a Ponte Valleceppi dove, fino a Civitella D’Arna, ripercorriamo a ritroso un tratto della tappa numero 3.

Al chilometro 10,4 giriamo a destra verso Sant’Egidio rimanendo per alcuni chilometri sulla panoramica strada sulla costa del monte che a destra ci offre vedute su Perugia, a sinistra sul Monte Subasio e su Assisi.

Superato Sant’Egidio giriamo a sinistra e proseguiamo verso l’aeroporto, continuando in pianura e attraversando Bastiola e Bastia. Al chilometro 25 arriviamo a Santa Maria degli Angeli, dove all’interno della chiesa è conservata la dilettissima Porziuncola. Da qui inizia la salita che porta al centro di Assisi, meta finale della tappa, dove bisogna fermarsi almeno un giorno per perdersi nelle vie della città e per scoprire i luoghi, non solo i più noti, della città di Francesco.

I più preparati possono continuare ancora per alcuni chilometri verso la vetta del Subasio fino all’Eremo delle Carceri: si tratta di una meta molto suggestiva e che offre panorami molto belli sulla valle sottostante, ma per raggiungerla bisogna superare diversi chilometri di salita con una pendenza superiore al 10%. È richiesto un livello di allenamento notevole.




Da non perdere

La quarta tappa conduce direttamente nel cuore dell’itinerario francescano, ad Assisi.

La città, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, presenta un’infinità di opere da vedere, prima tra tutte la Basilica di San Francesco, edificio iniziato nel 1228, due anni dopo la morte del santo. La chiesa si divide in due parti, la Basilica Superiore, con vetrate medioevali e un interno decorato in stile gotico, e la Basilica Inferiore, con pareti e soffitti dipinti da artisti come Giotto, Martini e Cimabue.

Da vedere assolutamente anche la Basilica di Santa Chiara, edificio duecentesco realizzato in stile gotico al cui interno si possono ammirare la Cappella di Sant’Agnese e quelle del Sacramento e del Crocifisso.

Da visitare, inoltre, la chiesa di San Pietro, la Cattedrale di San Rufino, la chiesa Nuova, l’Oratorio di Francesco Piccolino, la chiesa di Santa Maria Maggiore, la Piazza del Comune, che ospita il palazzo dei Priori, il Palazzo del Capitano del Popolo e il Tempio di Minerva.

Appena fuori dalle mura, a dominare la città, c’è la superba rocca Maggiore, ricostruita nel 1367 dal Cardinale Albornoz su una precedente struttura (1174) di un antico castello feudale.

Più in alto, nella selva del Subasio, si trova l’Eremo delle Carceri, costruito dai frati sul luogo dove Francesco era solito ritirarsi in preghiera. Ai piedi di Assisi, invece, si trova la Basilica di Santa Maria degli Angeli costruita tra il 1569 e il 1679 intorno alla chiesetta conosciuta con il nome di Porziuncola, luogo scelto da Francesco come dimora.

Da non dimenticare anche la bellezza del paesaggio, che in gran parte si sviluppa all’interno del Parco Regionale del Monte Subasio.


Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria